mondo-felice

SCAPPO DAL MONDO VIRTUALE.

SCAPPO DAL MONDO VIRTUALE

mondo-felice

Non ti viene una voglia matta di prendere le valigie e dire “Ciao belli, scappo da questo mondo virtuale”?
Ecco quello che sta succedendo: le relazioni si stanno annullando sempre di più e ora il successo di una persona sembra che si basi sul numero di followers.
Cosa stiamo creando?
Sinceramente a me da l’impressione di un mondo finto, un mondo virtuale, dove da dietro uno schermo siamo tutti bravi, dove ci riempiamo il petto solo per dei numeri.
Numeri e numeri, come l’accumulo di denaro sul conto corrente, ora sono i numeri di followers e di likes  Così continuiamo a vivere questa rincorsa verso qualcosa di immaginario dimenticandoci e lasciando da parte i veri valori.
Ma lo vogliamo davvero? Vogliamo continuare a misurare la nostra vita in base a dei numeri fittizi? Ci stiamo evolvendo o restiamo stagnanti?

Ancora abbiamo la possibilità di fare il nostro piccolo e nei limiti della libertà (che non dovrebbe avere limiti), incontriamo ancora persone, possiamo ancora toccare la loro anima, e non importa se tante o poche, però la gente incrocia ancora il nostro cammino. Fossero quei cinque amici che puoi vedere, o chi incontri al supermercato o sul autobus, comunica con loro, o scambiagli uno sguardo, digli una parola carina, sorridigli con gli occhi.

Facciamo la differenza, non isoliamoci totalmente, non annulliamo le relazioni e le connessioni con gli altri.

Alcune cose si possono fare, e prendiamoci lo spazio che ci danno, magari fuori, all’aria aperta. Se è permesso qualcosa, fallo. Emozionati ancora, CAZZO!

Perché più accettiamo il mondo virtuale, più il mondo virtuale sarà parte di noi.
Sicuramente i social hanno ridotto le distanze e ci permettono di comunicare con più persone, non sono totalmente contraria: possono essere usati in maniera intelligente e, come in tutto nella vita, bisogna avere equilibrio.

Quello che affermo è che non dovrebbero  sostituire tutto: ora è digitale il lavoro, i corsi, i libri, la cultura, che può andare bene a piccole dosi, ma tutte le relazioni digitali? Vedere gli amici solo attraverso uno schermo? Togliere il piacere di imparare qualcosa condividendo la stessa aula e lo stesso banco?  Non dimentichiamoci il sentimento di amore incondizionato nel condividere sorrisi, la gioia di conoscere gente nuova, gli stimoli che ci danno gli altri, il calore degli abbracci, la musica che spinge il mondo a ballare assieme.
Solo al pensiero di immaginare tanta gente riunita mi si riempiono il cuore di emozione e gli occhi di lacrime.

Ho sentito di persone che hanno paura che si torni al mondo “offline”. Ma scherziamo? Forse tutto questo non dovremmo accettarlo e, soprattutto, noi in prima persona, non dovremmo permetterlo

Dentro la tomba non ti porterai dietro ne le cose che accumuli, ne il denaro e tanto meno i followers, ma le emozioni che hanno riempito la tua anima.
Il mondo lo creiamo noi. E quindi chiediti ogni giorno… voglio davvero un mondo del tutto virtuale?

Scappa quando puoi, vai nella natura, vai fuori, spegni il cellulare e goditi il mondo reale e sfiora le anime che vibrano attorno a te.

Se ti è piaciuto questo articolo, non dimenticarti di iscriverti alla newsletter per rimanere sempre aggiornato sui prossimi. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.